Conto cointestato: problematiche e soluzioni alternative

Cos’è un conto cointestato?

E’ un conto in cui vengono designati più responsabili dell’operatività, sia in entrata che in uscita. La legge stabilisce che il denaro depositato su un conto corrente sia sempre di proprietà dei titolari in parti uguali. Un conto cointestato può essere a firma congiunta o a firma disgiunta. Nel primo caso è necessaria la firma di tutti i titolari del conto (soluzione utile ad esempio per i soci di una ditta). Nel conto corrente a firma disgiunta invece, le operazioni possono essere effettuate da ciascun titolare indipendentemente dalla firma dell’altro (opzione più adeguata ad una coppia di coniugi).

E qual è il problema vi starete chiedendo?

Vorrei proporre un esempio esplicativo: un padre 70 enne benestante che cointesta la propria posizione finanziaria, da lui unicamente alimentata, con la figlia di 45 anni. Il contratto, essendo a firma disgiunta, prevede che ciascuno possa movimentare quelle somme.                                                                                                                   Con il passare degli anni la figlia si reca in banca e decide di svuotare il conto. In questo modo rischia però di subire un accertamento fiscale: quell’anno, infatti, avrà un notevole incremento di ricchezza finanziaria e sarà chiamata a dimostrare all’Amministrazione Finanziaria la provenienza di quelle somme e quindi di non aver evaso le tasse.

Nel momento in cui L’Amministrazione Finanziaria accerta che si tratta di una donazione del padre, verificherà anche se, questo trasferimento, è soggetto ad imposta di donazione. Se l’importo attribuito al figlio è sotto la franchigia, Carla non pagherà nulla; se invece è sopra dovrà pagare l’8%, ovvero l’aliquota massima prevista dal nostro ordinamento.

Quali sono le soluzioni alternative?

In una situazione come questa, nel caso si abbia immediatamente bisogno di quelle somme, risulterà importante la documentazione che ne testimonia l’origine: sarà necessario recarsi dal notaio e registrare l’atto di donazione. Ricorda: non si pagano le imposte fino a un milione per ogni figlio, e preoccuparsene in tempo significa approfittare di franchigie che in futuro potrebbero essere particolarmente sfavorevoli rispetto a quelle attuali (vedi proposta di legge 2830).

Se invece la figlia non avrà necessità di ricevere subito quelle somme, la soluzione ideale è il contratto di assicurazione sulla vita: alla morte del padre quella somma di denaro passerà direttamente alla figlia.  Quali i vantaggi?

1) questo trasferimento è sempre stato esente dal pagamento delle imposte di donazione e di successione

2) semmai la figlia ricevesse l’accertamento per l’apparente incongruenza riguardo l’aumento di ricchezza, avrà la quietanza di liquidazione (dichiarazione che attesta il pagamento), da parte della compagnia, che le permetterà di stoppare l’inversione dell’onere della prova (principio in base al quale chi vuole dimostrare l'esistenza di un fatto ha l'obbligo di fornire le prove per l'esistenza del fatto stesso).

 In taluni casi po’ essere utile la delega la quale non trasferisce alcuna proprietà, ma conferisce ampie possibilità di gestione al delegato.

Ovviamente è importante valutare caso per caso, così come essere sempre consapevoli della normativa e delle possibili azioni da parte dell’Amministrazione Fiscale. Un consulente finanziario ha come obiettivo quello di proteggere il tuo patrimonio, e farlo significa anche renderti cosciente di fronte alle diverse fonti di rischio.



#enricozuccatofinancialadvisor

Per una prima consulenza gratuita, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento

Enrico Zuccato

Consulente Finanziario Iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari con Iscrizione Numero 13371 del 04/12/2001

P.Iva 03769560263

 3479493652
 enricozuccato@gmail.com

Ufficio 1

VIcolo dei Dall'Oro, 4
31100 - Treviso
 3479493652

QR code

Le informazioni riportate sono curate e raccolte direttamente da Enrico Zuccato. Non costituiscono né una richiesta, né un'offerta o raccomandazione all'acquisto / alla vendita di strumenti finanziari, all'esecuzione di determinate transazioni o alla conclusione di un'altra operazione di investimento. Queste informazioni hanno carattere unicamente illustrativo.